Il Croas Lombardia è stato invitato a partecipare all’audizione con la III Commissione Sanità del 14 luglio 2021 sulle determinazioni in ordine alle linee di sviluppo dell’assetto del sistema socio sanitario lombardo delineato dalla legge regionale 11 agosto 2015, n. 23 – approvate con DGR n. 4811 del 31 maggio 2021 e DGR n. 4885 del 14 giugno 2021.

“Nello spazio dedicato al nostro Ordine, sono state evidenziate le  osservazioni e le proposte contenute nel documento trasmesso alla Regione in relazione  agli aspetti salienti relativi alle funzioni esercitate, a vario livello, dal S.S. nell’ambito dei diversi servizi  sociosanitari integrati e alla VMD – dice la presidente Manuela Zaltieri -.  E’ stata inoltre sottolineata  inoltre la richiesta che gli assistenti sociali  siano riconosciuti a pieno titolo, tra i professionisti  citati nelle DDGR  che la Regione intende sostenere e valorizzare.   Ora siamo in attesa di successivi provvedimenti regionali inerenti l’impianto organizzativo complessivo che la Regione intende attuare concretamente sul territorio e  valutare come procedere”.

Venerdì 18 luglio si è svolto anche l’incontro con le OOSS (CGIL-CISL e UIL ) a cui hanno partecipato insieme alla  Presidente e alla Segretaria del CROAS  le referenti del gruppo tematico che hanno curato la stesura del documento presentato in Regione.

“E’ stato un incontro positivo, che ci ha permesso di porre in risalto  la nostra visione delle linee di indirizzo regionali sulla revisione della legge 23, le funzioni che svolgiamo  e gli aspetti sui quali abbiamo bisogno di essere sostenuti – dichiara la presidente Manuela Zaltieri -. Le loro proposte dovranno essere rielaborate a seguito dei passaggi successivi che si prevede a breve verranno attuati dalla Regione con l’accordo di inviare nostre note da  condividere  all’interno dei documenti che presenteranno nelle prossime tappe”.