Photo by Sara Bakhshi on Unsplash

A seguito delle rilevate difformità e differenti interpretazioni a livello locale di quanto previsto in materia di obbligo vaccinale per i professionisti assistenti sociali, il Consiglio nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali  ha provveduto a richiedere uno specifico parere interpretativo al Ministero della Salute concernente l’applicazione dell’art. 4 del decreto legge del 1 aprile 2021, n. 44, convertito con modifiche nella Legge 28 maggio 2021, n. 76.

Con la nota allegata, pervenuta lo scorso 3 agosto dal Ministero della Salute, prot. n. 39877, viene chiarito in via definitiva come sia da applicarsi un’interpretazione restrittiva in quanto la disposizione, nei fatti, si configura un trattamento sanitario obbligatorio. Gli assistenti sociali, quindi, pur essendo ricompresi nell’area delle professioni sociosanitarie, non sono da ritenersi obbligati.