I gruppi tematici, attivi a livello regionale, mettono a confronto le esperienze provinciali al fine di costruire una visione complessiva delle esperienze in atto per orientare le scelte e le decisioni utili a sostenere la costante crescita dei professionisti, con riflessioni teoriche e indicazioni operative.

La partecipazione ai gruppi è aperta a tutti gli iscritti. Le riunioni si tengono generalmente con periodicità mensile, nella sede dell’Ordine.

I gruppi tematici sono:


“Servizio sociale nelle reti di intervento contro la violenza di genere”

Consigliere referente: a.s.s. Elena Van Westerhout

Referente esterno: a.s. Francesca Russo

Programmazione delle attività:

Nel mese di ottobre 2020 il Consiglio dell’Ordine ha approvato la costituzione del Gruppo Tematico “Servizio Sociale nelle reti di intervento contro la violenza di genere”.

Il gruppo, composto da sette assistenti sociali, nasce dal confronto tra le colleghe che hanno condiviso lo stesso percorso di approfondimento della materia ed è stato esteso ad altre assistenti sociali afferenti ad enti/servizi diversi, accomunate dall’esperienza professionale maturata sul campo con donne vittime di violenza.

Partendo, quindi, da una ricerca della normativa di settore e della letteratura già esistente, che verrà condotta in questo primo anno di attività, il gruppo si propone successivamente di:

· avviare un lavoro di analisi dei modelli di funzionamento delle reti territoriali presenti in Lombardia, individuando realtà virtuose e i modelli di rete più innovativi;

· elaborare indicazioni metodologiche per gli assistenti sociali che nell’ambito dell’esercizio della professione si trovano ad affrontare queste situazioni di violenza;

· osservare come i vari soggetti della rete interagiscono tra loro ed individuare strategie per creare ponti tra le diverse tipologie di servizi.

Documentazione:

“Approvazione misura sperimentale a favore di orfani di femminicidio e orfani per crimini domestici di età non superiore ai 26 anni – Art. 7 bis L.R. 11/2012”

 


 

Gruppo tematico formazione universitaria e accompagnamento alla professione

Consigliere referente: Carlo Soregotti
Programmazione delle attività: Il gruppo segue le fasi dell’iter formativo dell’assistente sociale dall’Università all’esordio nel mondo del lavoro con particolare attenzione alla supervisione del tirocinio.

Documentazione:

Report indagine esordienti del 2018
Relazione attività 2019


 

Gruppo tematico Servizio Sociale professionale in sanità

Consigliere referente: Manuela Zaltieri
Referente esterno: Silvana Nicola
Programmazione delle attività: Il gruppo, composto da assistenti sociali operanti negli enti sanitari pubblici (ATS, ASST e IRCCS) è attivo dal 2018 con l’obiettivo di:

  • approfondire le politiche di welfare regionale e le ricadute sulle funzioni degli assistenti sociali;
  • documentare adeguatamente gli elementi caratterizzanti la professione e formulare proposte che valorizzino il ruolo ed incidano sulla qualità e l’efficacia dei servizi e degli interventi sociosanitari.

Nel biennio 2018-2019 è stata analizzata la situazione del servizio sociale alla luce dei cambiamenti intervenuti a seguito della legge 23/2015 di evoluzione del sistema sociosanitario regionale. Inoltre è stata posta attenzione:

  • agli indirizzi regionali in tema di fragilità/cronicità e di presa in carico della persona nel suo complesso;
  • agli spazi ed alle problematiche che incontra la professione nei processi organizzativi ed assistenziali al fine di definire contributi e proposte tese al riconoscimento del SSP in sanità e delle funzioni esclusive.

In vista della ridefinizione dei nuovi Piani organizzativi Aziendali Strategici (POAS) è stato predisposto, il documento “Il servizio sociale professionale nel sistema sociosanitario lombardo” trasmesso dalla Presidente, il 9 gennaio 2020 all’Assessorato Welfare di Regione Lombardia ed agli enti del sistema pubblico (ATS, ASST e IRCCS) dopo un primo invio del 4 luglio 2019.

Anno 2020

Organizzare un laboratorio tematico con un focus sulle “dimissioni protette” in quanto la continuità ospedale-territorio rappresenta uno degli obiettivi regionali indicati nel “Piano Sociosanitario Integrato 2019-2023” e nelle “regole di sistema” 2020.
Si procederà all’analisi dei percorsi assistenziali integrati che vedono coinvolti gli assistenti sociali, prendendo in considerazione modelli di gestione, indicatori e strumenti di valutazione sociale per la definizione di proposte sostenibili sulla professione nel sistema sociosanitario regionale con ipotesi di avvio: marzo 2020.

A seguito delle osservazioni emerse nel corso degli incontri circa le criticità e la marginalità del ruolo negli enti ed in considerazione delle politiche regionali, l’obiettivo del gruppo è andato via, via orientandosi al tema della “presa in carico integrata” nell’ambito della fragilità/cronicità. A fronte della complessità e frammentarietà del sistema, all’espandersi del modello di valutazione multidimensionale assegnato agli enti gestori, gli aspetti sui quali tendere per un maggior riconoscimento delle peculiarità della professione risultano in particolare le capacità di lettura unitaria della persona e di integrazione dei percorsi nella rete d’offerta.

Documentazione:

Relazione attività 2019
Allegato elenco documenti Gruppo 2019

Documento “Il servizio sociale professionale in sanità e la funzione di case management”


 

Gruppo tematico  Il Servizio Sociale professionale negli enti locali

Consigliere referente: Giulia Ghezzi
Referente esterno:
Programmazione delle attività: Il gruppo, attivo dal 2018, mette in condivisione il sapere professionale che quotidianamente viene prodotto dagli assistenti sociali che lavorano nei Comuni.
Nel biennio 2019-2020 il gruppo si occupa della definizione del ruolo dell’Assistente Sociale comunale, dei suoi compiti e delle sue responsabilità, anche rispetto ai diversi livelli politici e amministrativi dell’ente. Il gruppo si occupa anche delle misure di sostegno al reddito in particolare il Reddito di Cittadinanza. Sono previsti sei incontri annuali. Il gruppo ha pubblicato una mappatura delle misure di welfare nazionali e regionali e ha svolto un primo incontro con la Regione per presentare gli esiti di questo lavoro (abstract report “Quale welfare in Lombardia?”).

Documentazione:

Report attività 2018
Report attività 2019
Lettera CROAS ad ANCI e R.L. in collaborazione con Gruppo SSP negli EE.LL.


 

Gruppo tematico nuovi spazi professionali

Consigliere referente: Riccardo Bruno
Referente esterno: Guendalina Scozzafava
Programmazione delle attività: Tra i campi di intervento in cui la professione può essere svolta in modo autonomo, si propone un lavoro di gruppo che a partire dall’ambito giuridico possa favorire l’emergere di un lavoro autonomo dell’Assistente Sociale. La finalità che si pone il gruppo è quella di approfondire le capacità e le competenze del professionista quando è incaricato di svolgere funzioni tecniche specialistiche, approfondendo il ruolo e il mandato professionale e sociale in assenza di un mandato istituzionale. Le attività del gruppo sono orientate alle capacità del professionista di lettura e restituzione dei nuovi bisogni, quindi all’utilizzo di strumenti metodologici da condividere con la comunità professionale.

Nel 2021 il gruppo riparte dall’approfondimento del ruolo dell’assistente sociale in ambito giuridico quando indossa le vesti di CTU e CTP

Documentazione:

Report attività 2018


 

Gruppo tematico Rischio professionale e violenza nei servizi

Consigliere referente: Mariacecilia Bianchi
Referente esterno: /
Programmazione delle attività: Il gruppo si riunisce con cadenza mensile presso la sede dell’Ordine regionale e offre la possibilità di incontrare gruppi territoriali, organizzare tavoli di lavoro o lavori in sottogruppi. La finalità è volta a mantenere un presidio di attenzione sul fenomeno dell’aggressività e di violenza nei confronti degli assistenti sociali a partire da quanto emerso dalla ricerca nazionale e dai dati relativi alla situazione del CROAS Lombardia. Tra gli obiettivi c’è quello di conoscere e studiare il fenomeno, organizzare attività mirate a verificare le esigenze e le aspettative dei colleghi, mettere in atto strategie e buone prassi che salvaguardino il professionista dal rischio di violenza e ne tutelino la salute fisica e psicologica. Altri obiettivi prevedono la possibilità di elaborare indicazioni sulle procedure da avviare in caso di aggressione, fornire un supporto anche emotivo nei confronti degli assistenti sociali vittime di episodi violenti, promuovere e sperimentare percorsi formativi relativi a temi quali la sicurezza nei luoghi di lavoro, mediazione e gestione dei conflitti, apprendimento sulle prassi di intervento, prevenzione e gestione degli episodi di violenza.

Documentazione:

Rendicontazione 2019


 

Gruppo tematico lavoro sociale con i cittadini migranti

Consigliere referente: Egidio Turetti
Referente esterno: Olga Sagnelli
Programmazione delle attività: Il gruppo (ex gruppo immigrazione) è nato nel 2012 con i seguenti obiettivi:

  • Approfondire la conoscenza dei vari approcci metodologici di servizio sociale nel rapporto con individui e/o famiglie che vivono percorsi migratori e di inclusione nel contesto sociale;
  • approfondire la riflessione sugli aspetti deontologici della professione, alla luce dei mandati istituzionali del quadro normativo e della riduzione del welfare pubblico in cui l’assistente sociale si colloca;
  • stimolare la riflessione e lo studio (tramite discipline scientifiche diverse) al fenomeno dei migranti e della coesione sociale, aumentare la motivazione alla ricerca scientifica di un fondamento all’agire professionale del servizio sociale. A tutto ciò si aggiunge un obiettivo trasversale, quello di offrire ai colleghi momenti di riflessione e scambio attraverso l’organizzazione di incontri, laboratori deontologici, eventi pubblici.

Documentazione:

Report attività 2018

Report attività 2019

Articolo del Gruppo Lavoro Sociale con i Cittadini Migranti – aprile 2020

Una testimonianza dal Gruppo “Lavoro Sociale con Cittadini Migranti” – luglio 2020


 

Gruppo tematico Tutela Minori e famiglia

Consigliere referente: Egidio Turetti
Referenti esterne: Maria Carbone
Programmazione delle attività: Il gruppo nel 2018 ha svolto un’importante funzione di supporto al CROAS chiamato a intervenire in più contesti istituzionali e di studio inerenti al tema della protezione dei minori e del sostegno delle funzioni genitoriali. I referenti e componenti del gruppo, in seguito a incarico del CROAS, hanno partecipato a tavoli di lavoro promossi e coordinati da:
– Garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza
– Comune di Milano “Milano Lab-0-18”
Ha inoltre collaborato nell’individuare e organizzare i contributi utili alla ricerca promossa dal CNOAS “Ruolo e qualità dell’intervento degli assistenti sociali nella tutela minorile” che nella prima fase prevede la raccolta delle procedure e protocolli in essere presso i servizi tutela dei diversi enti.

Documentazione:

Report attività 2018

Report attività 2019

Osservazioni in merito alla proposta di legge 2047 in materia di affidamento minori

Documento “Riflessioni sulle modalità organizzative nei Servizi Sociali in occasione del Coronavirus”

Documento “Incontri, riflessioni, pensieri. Come la professione si è confrontata in un momento difficile e complesso”


 

Gruppo tematico Anziani

Consigliere referente: Sara Alberici
Referente esterno: Sara Pozzoni
Programmazione delle attività: Il gruppo anziani, costituitosi nel 2017, è formato da assistenti sociali che lavorano in servizi sociali e socio-sanitari per anziani, servizi sociali ospedalieri e servizi per le dipendenze. È suddiviso in due sottogruppi che approfondiscono alcuni temi specifici, con l’obiettivo di promuovere lo scambio di saperi e di esperienze.
Il sottogruppo sulla malattia di Alzheimer è attualmente impegnato nell’elaborazione di uno scritto su conoscenze, competenze, ruoli e attività specifiche che caratterizzano il lavoro dell’Assistente Sociale con persone malate di demenza e con i loro familiari. Tale scritto è destinato prioritariamente ai tirocinanti e agli assistenti sociali che hanno appena iniziato un’esperienza lavorativa che li pone a confronto con questo tema.
L’altro sottogruppo è impegnato in una ricerca online – indirizzata a tutti gli assistenti sociali lombardi –  con l’obiettivo di raccogliere esperienze e percezioni della comunità professionale sull’abuso di alcol e sul gioco d’azzardo in età anziana.
Il gruppo crede molto nel confronto tra professionisti di servizi, età, territori diversi: sarà quindi lieto di accogliere nuovi membri interessati ai temi sopracitati.

Documentazione:

Report attività 2018

Report attività 2019

Gioco d’azzardo e alcol in età anziana: pensieri ed esperienze degli assistenti sociali lombardi – Report 1: dal questionario ai dati (dicembre 2020)

Gioco d’azzardo e alcol in età anziana: pensieri ed esperienze degli assistenti sociali lombardi – Report 1: dal questionario ai dati, versione “in pillole”(dicembre 2020)


 

Gruppo tematico coordinamento permanente cure palliative

Consigliere referente: Sara Alberici
Referente esterno: Claudia Antoni
Programmazione delle attività: Il gruppo lavora in sinergia con gli enti e le istituzioni operanti nell’ambito delle cure palliative e fa parte della rete nazionale ASCP attiva dal 2009. Si rivolge agli assistenti sociali che operano nei Servizi specialistici di cure palliative nelle RSA, nelle RSD, e in ambito domiciliare. Il gruppo promuove strategie che concorrono all’integrazione socio-sanitaria e alla diffusione culturale delle cure palliative e del fine vita.

Documentazione:

Report attività 2018
Report attività 2019


 

Gruppo tematico giustizia e coesione Sociale

Consigliere referente: Riccardo Bruno
Referente esterno: /
Programmazione delle attività: Il gruppo è attivo da maggio 2019, la prospettiva di lavoro del gruppo è quella di esplorare nuovi modelli di riferimento per il Servizio Sociale professionale in ambiti di intervento dove le politiche sociali stanno intervenendo in modo significativo e l’attenzione verso il welfare di comunità. Questo approccio è potenzialmente applicabile ai differenti contesti del Servizio Sociale sia in aree tradizionali che innovative, in relazione alle diverse tipologie di intervento sociale: dalla presa in carico dell’imputato minorenne agli interventi di sospensione del processo e messa alla prova, dagli interventi di prevenzione ad interventi di mediazione e giustizia riparativa, dalla tutela delle vittime fino agli interventi sulla genitorialità.
I destinatari sono gli assistenti sociali che operano nell’ambito della giustizia e della coesione sociale con la comunità o con i soggetti vulnerabili, anche minorenni, autori di reato o vittime.

Documentazione:

Presentazione delle attività del gruppo


 

Gruppo Tematico Protezione Giuridica

Consigliere referente: Benedetta Mazzoleni
Referente esterno: Daniela Polo
Programmazione delle attività:

Il gruppo è operativo dal 2012 con l’obiettivo di approfondire tutti gli aspetti tecnici, deontologici e professionali che derivano dall’applicazione della legge 6/2004, istitutiva dell’amministrazione di sostegno.

Questa legge detta nuovi obblighi per i responsabili dei servizi sociali e sanitari, pertanto il gruppo esamina i quesiti posti dagli assistenti sociali e predispone risposte alla luce del Codice Deontologico, esamina le modalità operative in atto e divulga le best practices.

Le risposte di interesse generale diventano documenti di indirizzo e sono pubblicati sul sito e divulgati sul territorio lombardo nell’ambito dei percorsi di Formazione Continua.

Il gruppo amplia il suo spettro d’azione verso ogni forma di tutela giuridica delle persone fragili e affronta i temi mettendo in relazione tra loro norme diverse (es. amministrazione di sostegno e disposizioni anticipate di trattamento per il fine vita), studiando strumenti poco diffusi e conosciuti nell’ambito dei servizi sociali ( es. la procura generale e speciale, il contratto per conto terzi), esaminando atti amministrativi (es. l’accesso ai servizi, la co-progettazione, l’esternalizzazione di servizi).

Documentazione:

Report attività 2018

Report attività 2019

Linee di indirizzo per il Servizio Specialistico per la gestione della protezione giuridica delle persone fragili

Linee di indirizzo per assistenti sociali su Amministratore di Sostegno

La gestione delle Amministrazioni di Sostegno tra complessità e deontologia